Recent Posts

A night in the Lonesome October: Notte d’Ottobre

A night in the Lonesome October: Notte d’Ottobre

Notte d’Ottobre (A Night in the Lonesome October) è un libro che dovrebbe diventare testo di studio in tutte le scuole di scrittura. Ma di questo parlerò alla fine della recensione, cerchiamo di andare con ordine. A Night in the Lonesome October non certo un 

Cenere: una distopia padana

Cenere: una distopia padana

Cenere è una storia di lotta. Come molte altre del resto, come quasi tutte le distopie, ma lo è a modo suo. È una storia di lotta per la libertà, di lotta contro un potere soverchiante e disumanizzante, di lotta per trovare il proprio posto 

Tigana: Il paese delle due lune

Tigana: Il paese delle due lune

Tigana di Guy Gavriel Kay, è un fantasy del 1990, uscito in Italia con il titolo Il paese delle due lune. I commenti entusiastici sulle capacità dello scrittore e su questo libro in particolare mi hanno spinto a leggerlo, assieme a una grande curiosità riguardo all’ambientazione.

Tigana infatti è ambientato in un mondo di fantasia, con due lune in cielo, ma modellato sull’Italia rinascimentale. L’autore stesso elenca a fine libro le varie fonti d’ispirazione che l’hanno spinto a scrivere il romanzo e le tematiche che vi ha inserito. La Penisola del Palmo è una terra suddivisa in piccoli staterelli sempre in lotta fra loro e per questo motivo incapaci di resistere all’arrivo di invasori stranieri, provenienti dai due imperi avversari di Barbadior e Ygrath; proprio come i vari regni (ducati, principati ecc.) italiani divennero una facile preda per Francia e Spagna.

Continue reading Tigana: Il paese delle due lune
Out of Body: sogno o son desto?

Out of Body: sogno o son desto?

Out of Body è un horror, non uno dei miei generi preferiti in assoluto, quindi, anche se non mi dispiace affatto, soprattutto quando è un horror molto particolare come nel caso ad esempio de Il giorno del diavolo, ma che apprezzo anche nelle sue declinazioni 

Piranesi: il palazzo delle idee

Piranesi: il palazzo delle idee

Piranesi è il nuovo romanzo di Susanna Clarke ed esce ben sedici anni dopo il romanzo precedente, quel Jonathan Strange & il signor Norrell che le ha garantito fama e ammirazione. Piranesi è una storia particolare con un’ambientazione altrettanto particolare, piena di allusioni e riferimenti. 

Pirate Freedom: un mix di Salgari e Joyce

Pirate Freedom: un mix di Salgari e Joyce

Recensione molto difficile e dal titolo impegnativo, me ne rendo conto, ma i motivi ci sono tutti.

Pirate Freedom è uno degli ultimi romanzi scritti da Gene Wolfe e purtroppo, come gran parte della sua produzione, mai tradotto in italiano.

Perché ho tirato in ballo Salgari è evidente fin dal titolo, è un libro che parla di pirati, ambientato ai Caraibi e in certi punti sembra davvero di avere sotto gli occhi qualche pagina del Corsaro Nero, ma Joyce può sembrare decisamente pretenzioso a chi non conosce Wolfe e la complessità delle sue storie.

Continue reading Pirate Freedom: un mix di Salgari e Joyce
Gli animali che amiamo: favole dal post-esotismo

Gli animali che amiamo: favole dal post-esotismo

Gli animali che amiamo non è un libro recentissimo, è stato scritto nel 2006 ed è uscito in Italia nel 2017, sull’onda del successo del più recente Terminus Radioso ma Antoine Volodine è un autore che vale sempre la pena leggere o rileggere. Cercare di 

Urbe Ferox: Roma post apocalittica

Urbe Ferox: Roma post apocalittica

Disclaimer: L’autore, Simone Volponi, è un amico, tuttavia non mi ha chiesto la recensione, né mi ha inviato il libro. La recensione sarà vera e sincera, dirò ciò che penso, senza trattamenti di favore, tranne quelli che riservo comunque agli autori esordienti o poco noti. 

Il suo corpo e altre feste

Il suo corpo e altre feste

Chissà perché è più facile scovare cosa non ci è piaciuto in un libro (o film o altro) che focalizzarsi su cosa ci è davvero piaciuto. Spesso quello che non piace è qualcosa che stride eccessivamente, un errore nello scorrere degli eventi, una brutta scrittura, personaggi che non funzionano, tutte cose abbastanza facili da notare. Quando qualcosa piace, invece, di rado vi è un elemento che spicca in modo notevole; tutte le parti sono in equilibrio fra loro, trama, personaggi, scrittura, tutto concorre a creare un sensazione unica, la percezione dell’opera come un oggetto completo. In esso non si notano crepe o fessure in cui infilare i propri arnesi per dissezionarlo e analizzarlo nei suoi componenti.

Ecco perché mi vengono più facilmente le recensioni negative. Questa non sarà molto interessante temo, perché c’è ben poco di sbagliato nel libro d’esordio di Carmen Maria Machado.

Continue reading Il suo corpo e altre feste
Vox: un libro senza voce

Vox: un libro senza voce

La recensione di Vox di Christina Dalcher è ripresa da una discussione su libro in questione avvenuta in un gruppo di lettura su un forum qualche tempo fa. Per questo motivo, a differenza di altre recensioni sul blog in questa saranno presenti moltissimi SPOILER, visto