Recent Posts

Calls: un paradosso temporale sui paradossi temporali

Calls: un paradosso temporale sui paradossi temporali

Calls è una serie di fantascienza molto particolare. Prodotta da AppleTV+ e basata sulla serie omonima della francese Canal+ rappresenta un modo allo stesso tempo originale e rétro di concepire una serie televisiva. La serie stessa è un paradosso temporale, perché è più vicina ai 

Starve Acre: horror e folklore

Starve Acre: horror e folklore

Starve Acre è un horror molto “british”, che prende spunto dal folklore locale per raccontare una storia tragica in cui il male si rivela in modo subdolo e sottile, lontano dalla spettacolarità a volte eccessiva di molti romanzi statunitensi. Non ancora tradotto in italiano, è 

7: sette storie per non dormire (ma non è horror)

7: sette storie per non dormire (ma non è horror)

Sette sono i capitoli del romanzo e sette sono le storie raccontate, anche se potrebbero sembrare di più, perché alcune sono raccontate due volte. Ma andiamo con ordine.

Il romanzo

7 è il titolo di un romanzo di Tristan Garcia del 2015, tradotto in italiano da Sarah De Sanctis per NNE; editore che punta su romanzi di qualità, storie in cui vi sia spazio per la riflessione. E di riflessione in 7 ce n’è moltissima, riflessione che tuttavia non appesantisce la narrazione, ma ne è parte integrante. Ho scelto come sottotitolo di questa recensione il titolo di una vecchia trasmissione Rai che raggruppava 7 film horror con il titolo “Sette storie per non dormire”, perché 7 è un libro che richiede attenzione, non è un libro da leggere sonnecchiando, tiene svegli e intriga, con le sue vicende bizzarre e con le riflessioni profonde che suscita.

Continue reading 7: sette storie per non dormire (ma non è horror)
The Sunken Land Begins to Rise Again

The Sunken Land Begins to Rise Again

The Sunken Land Begins to Rise Again di M. John Harrison è uno di quei romanzi che non ti lasciano mai o che tu non riesci mai a lasciare. Ti entra dentro la testa e continui a ripensarci. E ogni volta ti sembra di vedere 

A night in the Lonesome October: Notte d’Ottobre

A night in the Lonesome October: Notte d’Ottobre

Notte d’Ottobre (A Night in the Lonesome October) è un libro che dovrebbe diventare testo di studio in tutte le scuole di scrittura. Ma di questo parlerò alla fine della recensione, cerchiamo di andare con ordine. A Night in the Lonesome October non certo un 

Cenere: una distopia padana

Cenere: una distopia padana

Cenere è una storia di lotta. Come molte altre del resto, come quasi tutte le distopie, ma lo è a modo suo. È una storia di lotta per la libertà, di lotta contro un potere soverchiante e disumanizzante, di lotta per trovare il proprio posto nel mondo, di lotta per recuperare un passato che il potere vuole cancellare, di lotta per il diritto di pensare e di scegliere.

Scritto da Elisa Emiliani e pubblicato da Zona 42, Cenere è una distopia molto diversa da quelle a cui siamo stati abituati dai romanzi anglosassoni e molto diverse sono anche le protagoniste, per nulla super-eroine imbattibili, dotate di poteri speciali o in qualche modo delle prescelte. Al contrario, sono tre ragazze fragili, delle adolescenti insicure e tormentate dai dubbi, ma proprio per questo più interessanti e vere.

Continue reading Cenere: una distopia padana
Tigana: Il paese delle due lune

Tigana: Il paese delle due lune

Tigana di Guy Gavriel Kay, è un fantasy del 1990, uscito in Italia con il titolo Il paese delle due lune. I commenti entusiastici sulle capacità dello scrittore e su questo libro in particolare mi hanno spinto a leggerlo, assieme a una grande curiosità riguardo 

Out of Body: sogno o son desto?

Out of Body: sogno o son desto?

Out of Body è un horror, non uno dei miei generi preferiti in assoluto, quindi, anche se non mi dispiace affatto, soprattutto quando è un horror molto particolare come nel caso ad esempio de Il giorno del diavolo, ma che apprezzo anche nelle sue declinazioni 

Piranesi: il palazzo delle idee

Piranesi: il palazzo delle idee

Piranesi è il nuovo romanzo di Susanna Clarke ed esce ben sedici anni dopo il romanzo precedente, quel Jonathan Strange & il signor Norrell che le ha garantito fama e ammirazione.

Piranesi è una storia particolare con un’ambientazione altrettanto particolare, piena di allusioni e riferimenti. Il titolo stesso è un piccolo suggerimento che ci dice qualcosa della storia, ma ne parleremo fra un po’.

La storia è narrata in prima persona dal protagonista, un uomo che vive da solo (o quasi) in una Casa surrealista composta da un numero forse infinito di saloni giganteschi, pieni di statue allineate lungo le pareti. Sale lunghe duecento metri, larghe centoventi e alte più di trenta. La Casa è costruita su tre livelli, quello inferiore è quasi totalmente invaso dall’acqua salata, un mare vero e proprio con tanto di correnti e maree; mentre quello superiore è il regno delle nuvole e delle piogge, preda dei capricci della meteorologia.

Continue reading Piranesi: il palazzo delle idee
Pirate Freedom: un mix di Salgari e Joyce

Pirate Freedom: un mix di Salgari e Joyce

Recensione molto difficile e dal titolo impegnativo, me ne rendo conto, ma i motivi ci sono tutti. Pirate Freedom è uno degli ultimi romanzi scritti da Gene Wolfe e purtroppo, come gran parte della sua produzione, mai tradotto in italiano. Perché ho tirato in ballo